Schumi e la Ferrari


Se Pino Daniele è stato un punto di riferimento indiscutibile per me e la cultura partenopea, lo stesso possiamo dirlo con fermezza per quello che è stato negli anni in cui è stato alla , che ci ha regalato forti emozioni incollandoci in poltrona davanti ai nostri televisori.
Sorpassi su piste fradicie che hanno messo a dura prova le capacità e le manovre azzardate di molti campioni, ma che hanno sempre trovato un riscontro positivo nelle maestrie di .

In seguito all’incidente sugli sci che l’ha visto coinvolto, si sente parlare sempre meno di Michael, che merita invece di essere ricordato e supportato da quelli che sono stati i suoi fan e sostenitori, ma anche da coloro che sportivamente lo hanno sempre stimato come rivale.

Più che mai, sono questi i momenti in cui è possibile ricambiare il favore. Si, perché se Schumacher è stato in grado di farci provare brividi e gioie nei tanti anni di , ognuno di noi può anche solo con un gesto ricambiare questa emozione: il ricordo del Campione, il ricordo di un Idolo se non addirittura di un Eroe delle 4ruote.

Ho avuto per mia fortuna, l’opportunità di ammirare questo grande personaggio in pista … a Monza nel 2002 quando gareggiava con .
Una vittoria strepitosa, una giornata in cui Schumacher portò a casa il titolo piloti (128 pt), Barrichello 2° (61 pt) e per la Ferrari il titolo costruttori (189 pt).

(Visited 41 times, 1 visits today)